Eventi

ANGELO DELLA GRAVITÀ – UN’ERESIA – 20 | 23 FEBBRAIO

Angelo della gravita

“Angelo della gravità” è la storia di un’eresia. Eresia paradossale, figlia di una cultura essenzialmente laica e materialista, nella quale lo slancio religioso è sempre mischiato a elementi profani. Eresia di un’epoca in cui il consumo stesso è diventato la più diffusa delle religioni.

Leggi tutto

MAFIE “ORIGINI E SVILUPPO DEL FENOMENO MAFIOSO” – 3 MARZO

mafie origini e sviluppo del fenomeno mafioso 940

Comprendere la mafia è possibile? L’affermazione, quasi ossimorica, rappresenta l’obiettivo di “Mafie, origini e sviluppo del fenomeno mafioso”. Un saggio che racconta la storia del fenomeno mafioso dalle origini a oggi. Un excursus delle sue tappe fondamentali che si districa nei meandri di quel “mondo” che non ha mai smesso di rappresentare il cancro della nostra società. Prefazione di Giuseppe Ayala. Con un intervento di Salvo Vitale.

Leggi tutto

FELICIDADE SUZY SHOW | 8 GIUGNO ORE 21:00

felicidade

Felicidade Suzy Show “Amo Roma”
Pianoforte Natalio Mangalavite
Direzione Artistica a cura di Giuseppe Palazzo
Media Partner Rioma; Music In

Felicidade Suzy Da Costa

La cantante Felicidade Suzy è nata a Manaus, nel cuore dell’Amazzonia brasiliana e si è stabilita sin da giovane a Rio de Janeiro.

A meno di venti anni, è stata introdotta nella musica popolare brasiliana da Baden Powell, uno dei “padri” della “bossa nova” e uno dei più grandi chitarristi e compositori che il Brasile abbia mai avuto.
Felicidade Suzy è stata una dei pochi cantanti ad accompagnare l’esigente Baden, che, come osserva la sua biografia di recente pubblicata (“Violão vadio”), l’ha considera “la meravigliosa”. Nel 1990 si è esibita con lui a Rio de Janeiro, in “Un, deux, trois”, sotto la direzione di Ronaldo Boscoli.
Nel 1993, Felicidade Suzy acquisita visibilità sui media e vince il concorso nazionale per nuovi cantanti in onda su uno dei canali televisivi più seguiti del paese (TV Globo) .
Due canzoni da lei registrate sono diventate la sigla di alcune delle principali trasmissioni televisive brasiliane. Vale la pena di evidenziare la partecipazione speciale di Felicidade Suzy nel songbook Chico Buarque, grazie alla registrazione del brano “Vita”, e nel CD di Baden Powell, con la canzone “Ho parlato e detto,” (negli album di Baden Powell “Baden Powell and the musicians” e “A música brasileira deste século por seus autores e intérpretes”).
Felicidade Suzy ha al suo attivo finora, tre CD singoli: (1) “Felicidade Suzy” per l’etichetta Continental nel 1994, (2) “Chegou a hora” per la Polygram nel 1997, e (3) “O que vem a ser felicidade” con produzione indipendente. Sostiene dal 2004 il “Projeto Valores da Terra”.
Partecipano nel suo ultimo CD arrangiatori e strumentisti, come, tra gli altri, Lincoln Olivetti, João Lyra, Cristóvão Bastos, Zé Canuto, Julinho Teixeira, André Neiva, Jakaré e Jurim Moreira. Grazie alla sua estensione vocale, la suggestiva bellezza della voce, la sua interpretazione e versatilità,
Felicidade Suzy include nel suo repertorio una vasta gamma di stili e ritmi presenti in quel “melting pot” di inventiva che è la musica popolare brasiliana: Bossa Nova , samba, samba-song, maglione, forró, roque e muitos e tanti altri generi che si insediano in Brasile o che si fondono con influenze locali, si uniscono a formare la ricchezza della musica popolare brasiliana. Nell’arco della sua carriare ha presentato diversi spettacoli fra cui “Felicidade festival Suzy” (2001), “Felicitade canta Stevie Wonder” (2002), esibizioni al Teatro Amazonas (2003), mostra speciale Labor Day e l’apertura di stagione di “Boi Bumba” (2004).
Il concerto di Baden Powell con la partecipazione di Felicidade Suzy è menzionato nel “dizionario della musica brasiliana” come uno dei più bei concerti tenuti da Baden nella sua carriera.

Natalio Luis Mangalavite

Pianista e compositore Argentino. Numerose sono state le sue collaborazioni con grandi della musica in sala di incisione e dal vivo. La sua raffinatezza e bravura è al servizio del jazz del tango e della musica colta. Natalio Luis Mangalavite, come lui stesso ama ricordare, è aperto a tutte le forme musicali.
Giovanissimo decide di partire dall’Argentina per fare musica e, dopo alcuni anni passati in giro, tra il Sud America e l’Europa, arriva a Roma nel 1984, città dove tuttora vive. Qui l’incontro con grandi artisti come Ornella Vanoni, con la quale collabora come pianista e arrangiatore tuttora, e poi accanto a Fabio Concato nei tour teatrali e in studio di registrazione. Javier Girotto sassofonista argentino, anche lui di Còrdoba con il quale crea alcuni progetti musicali incredibili. Con lui suona nel Tercero Mundo, formazione di Latin jazz di grande potenza, insieme a ‘El Negro’ Hernandez, Marco Siniscalco, Claudio Corvini, Sergio Quarta. Collabora anche con Gianni Savelli, Massimo Bottini, J. Arnold, Alfredo Paixao e tanti altri. Con il tempo Natalio ha sviluppato il suo modo personale di comunicare in musica e in collaborazione con il chitarrista Michele Ascolese registra ‘La vida es el arte del encuentro’ disco acustico dove il tango antico diventa moderno.
In collaborazione con Javier Girotto registra Colibri con grandi riferimenti alla musica folcloristica argentina. Insieme a Peppe Servillo degli Avion Travel e Javier Girotto incide il CD ‘L’amico di Còrdoba’ dove la musica argentina si fonde con i suoni del meridione di Italia. Sempre con Peppe Servillo e Javier Girotto, Natalio Mangalavite incide un nuovo album intitolato Fútbol, pubblicato a febbraio 2009, che si ispira allo scrittore argentino Osvaldo Soriano e al suo modo di scrivere storie di calcio per parlare della vita stessa. Tredici brani originali che raccontano storie di sentimenti e del calcio giocato e tutto quello che lo rappresenta, campioni come Maradona e Pelé, lo spirito di squadra e l’assolo del fantasista, la vittoria e la sconfitta. I testi sono in italiano e in spagnolo.

PERFORMANCE UN SOGNO BRASILIANO – 20 | 21 DICEMBRE

performanceunsognobrasilianoLa performance “Un sogno brasiliano” è il risultato di un workshop a cura di Carina Casuscelli, che si è svolto al Teatro Patologico dal 9 al 21 dicembre. Sarà un occasione di celebrare la chiusura di un anno pieno di soddisfazioni ed innaugurare le attività del venturo 2014 con una serata piena di musica, pietanze e magia brasiliana!

“UN ANNO CON VOI” MOSTRA FOTOGRAFICA – 7 FEBBRAIO | 3 MARZO

unannoconvoi

UN ANNO CON VOI è il titolo del progetto fotografico che sarà esposto in via Cassia 472 dal 7 febbraio al 2 marzo, durante il Festival del Teatro Patologico. “Un anno con Voi” è un viaggio all’interno del mondo della “Magia del Teatro”, la scuola di teatro integrato diretta da Dario D’Ambrosi: una collezione di foto ritraenti i ragazzi-attori della scuola, colti durante le prove, le pause, la preparazione, il dietro le quinte e gli spettacoli del 2013. La fotografa, Federica Di Benedetto, lavora da un anno come volontaria presso il teatro.

Leggi tutto

MARMORA LIVE | 24 MAGGIO 22:00

marmora

I Marmora nascono a Polla (SA) dall’idea di voler decantare e musicare i versi del giovane poeta Giovanni Di Donato, nome già noto negli ambienti letterari nazionali ed europei, nonché chitarrista della band (già conosciuto come chitarrista in noti ensemble musicali), accompagnato dalla voce calda e struggente dell’artista Luca Giordano,cantante e pittore, e dal giovanissimo e talentuoso percussionista Claudio Giordano. Il nome è un chiaro richiamo alle loro origini pollesi, di cui ne vanno fieri, infatti “Marmora” è il nome di una strega leggendaria vissuta e giustiziata a Polla nel 1600. Grazie alla collaborazione di numerosi artisti campani e non, la band sta per registrare il loro primo album presso la fiorente etichetta discografica Polla Town Musik, con la quale collaborano attivamente, per riuscire a smuovere gli animi assopiti di questa generazione e costruire nuovi ponti capaci di condurci verso la libertà e l’unione, perchè “solo osservandola da vicino, nella sua integra e maledetta bellezza, possiamo accorgerci che la vita, è solamente una sporca carezza”.

DUNIA – 2 MARZO

dunia

“Crazy Sound” è l’appuntamento musicale del Festival del Teatro Patologico a cura di Francesco Santalucia.

Dunia – Mystic Sound Project

“Dunia”, che tradotto in italiano significa “unione fra le cose e gli esseri viventi”, è un’esperienza musicale che si riproduce nel tempo con sempre nuovi percorsi sonori. La ricerca di una sintesi espressiva di vari stili musicali, unita all’interesse per le tematiche sociali multiculturali, rendono il cammino di questa band affascinante e coinvolgente.

Attraverso la sperimentazione e la contaminazione, hanno esplorato le culture africane, indiane e delll’America latina mescolando l’Oriente e l’Occidente in un proprio stile personale, basato sull’uso di strumenti tradizionali e tecnologia moderna che arricchisce il sound acustico, sulle quali aleggiano suggestioni jazz, classiche, reggae ed improvvisazioni audaci, con sequenze virtuali che attualizzano la sonorità complessiva.

La formazione attuale della band che si esibirà domenica al teatro patologico è multietnica e costituita da GABIN DABIRE’, artista, cantante e compositore del Burkina Faso, FARZANEH JOORABCHI, cantante iraniana, ESHAREF ALI’ MHAGAG, cantante libico, FRANCESCO SANTALUCIA, al pianoforte, alle tastiere e alla voce, IVANO FORTUNA, all’harmonium, batteria, percussioni e voce, ANGELO RICCIARDI, Sassofono, clarinetto e flauti e ospite la cantautrice e cantante GABRIELLA MARTINELLI.

2 Marzo ore 21.00

Ingresso gratuito!

IL SINDACO PETROSELLI – 10 APRILE ORE 21:30

PETROSELLIOre 20.00:

Proiezione Film finalisti:
“IL PASSO DELLA LUMACA” di Daniele Suraci durata 6’24’’ Con Jaime Rinaldi, Matilde Corapi, Anita Sorrentino

La tenerezza di un gioco di bambini che va oltre il passare il tempo ed il lin- guaggio “normale”.
“SUL BINARIO DEL DESTINO” di Adriana Ribotta durata 17’
Con Paola Allemandi, Marco Ferrero, Silvio Sabena

Una stazione ferroviaria, molti viaggiatori. Partire o non partire? Poco im- porta! Ciò che conta è l’incontro con l’altro, il diverso.
“OSSESSIONE” di Marcello Mura durata 11’37’’
Con Marcello Mura, Sveva Mezzosangue

Omaggio a Carmelo Bene, riportato in vita per indicare la via ad un nuovo martire post moderno, uomo o donna che sia. “PSYCHOSOFATIC” di Werther Germondari durata4’
Con Werther Germondari, Maria Laura Spagnoli

Un uomo attende il suo turno dallo psicanalista…

Leggi tutto

Teatro Patologico

Teatro Patologico

Via Cassia 472, 00189 - Roma

L'Associazione del Teatro Patologico è stata fondata nel 1992 da Dario D’Ambrosi, che ne è l'ideatore e il direttore artistico.